GIORNO 281 – MOUNG RUESSEI – 48 KM + GIORNO 282 – PURSAT – 60 KM

0
100

Viaggiare con la pancia in subbuglio è un po’ complicato. Ma viaggiare in bicicletta con la pancia in subbuglio è senza alcun dubbio impegnativo, complici anche la strada trafficata e le alte temperature ✌️😅

Sarà colpa del ghiaccio che mettono nei frullati? O è il nostro corpo che somatizza così un momento di stanchezza?

È incredibile pensare a come in 10 mesi di viaggio, in più di 16.000 km percorsi, non siamo mai stati male. Ed ora, in Cambogia, tutto cambia.

John Keats diceva: “la vita è un’avventura da vivere, non un problema da risolvere” e così decidiamo di vivere positivamente anche questa esperienza, restando uniti e motivati.

È però inevitabile un cambio di programma, per ottimizzare i tempi e consentire al nostro corpo di rimettersi in sesto: a malincuore, decidiamo di caricare le nostre biciclette su di un autobus e percorriamo 370 km.

Fin dove arriveremo? Chi prova ad indovinare?

Stay tuned per ulteriori aggiornamenti 🤘😎🔝

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.