GIORNO 278 – SISOPHON – 103 KM + GIORNO 279 – BATTAMBANG – 68 KM

0
95
Landmine museum Siem Reap
Visitin the landmine museum near Siem Reap

Uno dei tanti aspetti positivi di viaggiare è la possibilità di imparare qualcosa di più sulla storia del Paese che ci ospita, e poter toccare con mano realtà di rilevanza storica.

È importante informarsi sulle dinamiche sociali e politiche di un popolo per conoscerlo, capirlo, rispettarlo.

E così è accaduto anche in Cambogia.

Visitiamo il museo delle mine e il vicino centro di assistenza per i bambini rimasti feriti dagli ordigni inesplosi, a Siem Reap.

Camminiamo all’interno dei killing fields (campi di sterminio) a Battambang.

Quanto abbiamo imparato e visto in questi ultimi giorni, specialmente ciò che riguarda il periodo della Guerra Civile degli anni ’70, ci ha letteralmente destabilizzato.

Accade poi per caso di incrociare adulti menomati dalle mine, strada facendo. Tra tutti gli incontri, quello più “speciale” è con un signore senza una gamba che pedala sulla sua bicicletta, come se nulla fosse. I nostri occhi si incontrano. Uno sguardo incredulo e un sorriso sincero appare sui nostri volti. Lui si stupisce nel vederci, e ci saluta. Il pensiero è contraccambiato e alziamo il pollice, in segno di rispetto e di stima.

Pedaliamo silenziosamente, grati alla vita ☀️🙏😊

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.