GIORNO 322 – BEDONG – 98 KM

0
142
Street art George Town Malaysia Little Childrel on a Bicycle

Abbiamo imparato che la popolazione della Malesia, così come nel sud della Tailandia, è prevalentemente di religione musulmana.

Al contrario di quello che si può pensare, e sulla base di quanto abbiamo percepito fino ad ora, le donne vivono la loro vita senza particolari restrizioni, guidano l’auto e si spostano autonomamente, e si approcciano alle altre persone con disinvoltura. Sono pochissime quelle che portano il velo integrale; solitamente solo i capelli sono coperti mentre il viso è posto in risalto dai colori sgargianti del velo.

Il senso di integrazione culturale è sensazionale, e non ci sentiamo giudicati o a disagio, nonostante pedaliamo in pantaloncini e magliette a maniche corte.

Tutti ci salutano e ci dicono “benvenuti in Malesia”. È la prima volta che così tante persone ci dedicano questa frase. Quanto è bella questa frase?!

Ci ha fatto riflettere. Molto spesso a casa ci dimentichiamo di dare il benvenuto alle persone straniere. Si regala al viaggiatore una bellissima sensazione, sapete?! Dovremmo impegnarci a farlo di più ❤️

Non riusciamo a trovare ospitalità nei templi buddisti, e decidiamo di fare altri 12 km al calar del sole pur di raggiungere il paesino vicino e dormire in un piccolo alberghetto. Arriviamo così a percorrere quasi 100 km. Ma pensiamo al lato positivo: domani avremo meno km da fare e potremo dormire mezz’oretta in più! ✌️😅

Domani prenderemo un traghetto. E chissà dove ci porterà. In realtà noi lo sappiamo, ma voi non siete curiosi?!

La foto è una piccola anticipazione! Enjoy!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.